moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Bologna, la curva San Luca-Weisz
“Una soluzione di buon senso”

“Un progetto che aggiunge, non sottrae”.
Il presidente della Comunità ebraica bolognese, Daniele De Paz, aveva fin da subito sgombrato il campo da equivoci. Nessuna memoria da sradicare, nessun oltraggio all’identità cittadina (come invece tuonavano alcuni). Una voce che ha trovato ascolto, con un via libera ufficiale che metta la parola fine a inutili clamori e contestazioni.
Da fine primavera la Curva Sud dello stadio Dall’Ara assumerà una nuova denominazione. Dopo essere stato per molti anni ufficiosamente “Curva San Luca”, il settore sarà d’ora in poi conosciuto come “Curva San Luca – Arpad Weisz”.
Un duplice omaggio, fortemente voluto dal Comune (che ha lanciato l’iniziativa). Si onoreranno così insieme una realtà religiosa che è nel cuore di migliaia di bolognesi, ma anche l’allenatore ungherese che regalò alla squadra felsinea due scudetti e che fu poi ucciso ad Auschwitz in quanto ebreo. Vicenda a lungo finita nell’oblio e riscoperta soltanto da pochi anni grazie al documentato libro “Dallo scudetto ad Auschwitz” del giornalista Matteo Marani.
Al portale dell’ebraismo italiano www.moked.it il presidente De Paz dichiarava il 31 gennaio scorso: “Ho letto tante cose in questi giorni e mi sono confrontato più volte anche con il Comune. Non è un’iniziativa su cui abbiamo mai fatto pressioni, perché è dalle istituzioni che nasce. Ciò detto, guardiamo con favore all’intitolazione. Ed auspichiamo una soluzione di buon senso, rispettosa di tutte le sensibilità. Non si tratta di sottrarre niente alla città, ma di aggiungere eventualmente un tassello in più”.
Un tassello che viene adesso incastonato, come ha sottolineato il sindaco Virginio Merola nelle scorse ore, “nel rispetto delle consuetudini e dei sentimenti popolari e affermando il valore della memoria come bene comune”. Significativo l’apprezzamento dell’arcivescovo Matteo Zuppi, che ha definito la duplice intitolazione “Una soluzione di buon senso, che mette d’accordo tutti”.

a.s twitter @asmulevichmoked

(24 febbraio 2017)