Tag: adolfo locci

Qui Padova – Circoncisione tra bioetica e dovere religioso

La circoncisione tra bioetica e dovere religioso. Questo il tema dell'incontro organizzato a Padova dall'Associazione Medica Ebraica in collaborazione con l'Ordine provinciale dei medici chirurghi e odontoiatri. Molti i temi che faranno da sfondo alla giornata di studio con attenzione anche alle sfide comuni che interessano ebrei e musulmani.

bene…

“Ma tu hai detto: Io ti farò del bene (hetev etiv)…” (Genesi 32, 12). Tutto ciò che fa il Signore è sempre per il bene. Tuttavia, nella nostra realtà, il bene può scaturire da un fatto positivo o da un …

discendenza…

“La tua discendenza sarà come la polvere della terra, e ti diffonderai…” (Genesi 28:14). Le stelle del cielo, la sabbia del mare e la polvere della terra, sono le espressioni che il Signore ha usato per definire il “futuro” popolo …

Abramo…

Abramo è definito “Ba Bayamim” (Genesi 24: 1), espressione che indica colui che ha raggiunto una veneranda età. Il Midrash mette in relazione quest’appellativo con ”’Atik Yomin”, appellativo riferito a D-o, che è “più antico dei giorni”. Una volta creato …

Torah…

“…e le pose alle braccia “due” bracciali del peso di “dieci” sicli d’oro” (Genesi 24:22). In questo verso è nascosta un’allegoria che richiama alla Torah quale elemento fondante della nostra vita. I due bracciali rappresentano le due tavole del patto …

rettitudine…

“Perì ogni creatura che si muoveva sulla terra; i volatili, gli animali domestici e selvatici, i rettili striscianti sulla terra e tutte le persone” (Genesi 7:21) Yosef Dov Soloveitchik (1820-1892) spiega che un uomo certamente può essere influenzato dalla società …

pesce…

“…separò le acque sotto il firmamento da quelle sotto il firmamento, e così fu” (Genesi 1:7). Nel trattato di Sanhedrin (98b) c’è un detto di Rabbì Chaninà che dice che il Mashiach arriverà quando servirà del pesce per un malato …

Torah…

Ed Io nasconderò il Mio volto in quel giorno…e ora scrivetevi questo canto ed insegnatelo ai figli d’Israele. (Devarim 31:18-19) La vicinanza dell’ultima delle 613 mitzwot, quella di scrivere il Sefer Torah, con l’annuncio di un epoca in cui il …

straniero…

“Lo straniero che sta in mezzo a te, salirà sopra di te in alto (mà’la mà’la) e tu scenderai in basso (màtta màtta)” (Devarim 28:43) Lo straniero dentro di noi non è altro che il nostro yetzer hara’, l’istinto a …

chiarezza…

“Non dovrai seminare la tua vigna con semi diversi…” (Devarim 22:8) Rav Chyd”à (Rabbì Chayym Yosef David 1724-1806) ritiene che il verso ci inviti a porre attenzione al possibile comportamento ambiguo dell’essere umano: dare la tzedakà e fare maldicenza, onorare …